Condividi

di Beppe Grillo – Come ogni domenica rivediamo insieme gli avvenimenti di questi ultimi sette giorni.

La situazione in Afghanistan ha segnato indelebilmente questa settimana. Dapprima ho pubblicato una riflessione del nostro Gianluca Ferrara, e, dopo gli avvenimenti di Kabul, ho voluto condividere con voi una attenta analisi di Torquato Cardilli: L’ultima fuga.

Abbiamo continuato poi a parlare di clima e l’abbiamo fatto con un focus sull’energia e la sua domanda a livello globale. Nel periodo che precede la pubblicazione del rapporto IPCC, c’è stata la costante ascesa dei prezzi del carbone, che ha superato i 100 dollari per tonnellata a giugno e poi ha superato i 130 dollari a metà luglio a oltre 170 dollari oggi, quasi quattro volte il prezzo dello scorso settembre. Cosa sta a significare tutto ciò? 

Da tempo in Cina il governo e i cittadini utilizzano un’app per segnalare e monitorare le aziende che inquinano l’aria, i fiumi e i laghi. Ecco i cambiamenti che si stanno compiendo grazie alla partecipazione attiva della popolazione. Leggete qui!

Almeno 20.000 ricerche pubblicate nella letteratura scientifica documentano la minaccia sanitaria dell’esposizione umana ai pesticidi per l’aumento del rischio di contrarre gravi malattie croniche. Sotto accusa è l’erbicida più spruzzato al mondo, il glifosato. Facciamo il punto con Saverio Pipitone, autore del libro “Pesticidi a Tavola”. 

Caro extraterrestre, mi rivolgo a te dal pianeta Terra. Ti scrivo, perché noi esseri umani, per quanto assediati dalle nostre stesse tecniche di morte, viviamo una rivoluzione. Cominciamo a capire che dovremo operare profondi cambiamenti. Abbiamo cominciato a mutare. Per questo motivo, e perché abbiamo bisogno di uno sguardo nuovo, se per caso avessi mai ipotizzato di venire sulla Terra, questo sarebbe un buon momento per farlo. Se puoi capirmi, ti chiedo di comunicare urgentemente con lo spazio umano”. Continua…

Disoccupazione, disuguaglianza, fame e povertà. Un clima impazzito e un pianeta al limite del collasso. L’umanità ha ancora la possibilità di fare un passo indietro dal baratro cui siamo diretti. Che lo faccia, o le specie future si chiederanno perché abbiamo scelto di partecipare attivamente alla nostra stessa distruzione. Leggete qui. 

Brave è un browser incentrato sulla privacy, che ha da poco immesso una nuova funzionalità: paga gli utenti per guardare gli annunci. Il pagamento arriva in Basic Attention Token (BAT), una criptovaluta basata sul famosissimo Ethereum. Leggete qui!

Auguro a tutti voi una serena domenica, 

B.

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina