Condividi

di Beppe Grillo – Eccoci arrivati alla settimana numero 146. Come ogni domenica rivediamo insieme gli articoli che hanno scosso il nostro mondo e hanno suscitato più dibattito.

Acqua e aria, fonti di vita per fauna e flora, sono da troppo tempo deturpati con tremendi rischi ecologici e sanitari. Ecco i risultati allarmanti contenuti nel Rapporto nazionale pesticidi nelle acque di ISPRA.

1,2 milioni di persone nel mondo muoiono in incidenti di auto. Ogni anno, in Europa e negli Stati Uniti, quasi 35.000 persone muoiono sulle nostre strade. È un 11 settembre: il World Trade Center crolla quasi ogni mese, e quasi ogni singolo mese da almeno 60 anni. Abbiamo la soluzione a questa follia davanti ai nostri occhi. Quando vogliamo iniziare ad aprirli?

La Pianura Padana ha il tasso di mortalità da smog più alto in Europa, con Brescia e Bergamo ai primi posti della drammatica classifica. Ecco i risultati di un recente studio che ha preso in esame più di 1000 città europee.

Un team di ricercatori della Stanford University ha sviluppato un algoritmo di intelligenza artificiale che ha indovinato l’orientamento politico di una persona dopo aver studiato una singola fotografia, con una precisione di oltre il 70%. Ecco la ricerca. 

L’idrogeno è l’elemento più abbondante della biosfera, dove però non si trova allo stato puro, ma soltanto unito all’ossigeno nelle molecole dell’acqua. Se si libera l’idrogeno dai suoi legami con l’acqua e con gli idrocarburi, si può utilizzare per produrre energia. In questo interessante articolo facciamo il punto sull’Idrogeno, ecco tutti i dati. 

Un uomo di 78 anni ha riacquistato la vista grazie a una nuova cornea completamente artificiale, sviluppata da una società israeliana. Ecco l’innovazione. 

Prendetevi del tempo e guardate “The Growing Season”, un documentario girato all’interno della casa di cura Providence Mount St.Vincent a Seattle, dove gli anziani condividono le loro giornate con bambini in età prescolare dai 3 mesi ai 5 anni. Ecco il trailer.

Come sempre vi ricordo di firmare la petizione per chiedere all’Europa l’introduzione di un Reddito di Base Universale per gli stati membri. Leggete, firmate e condividete!

Colgo l’occasione per ringraziarvi per tutte le mail che ricevo ogni giorno. Belin, quanti siete! Non posso rispondere ad ognuno di voi, ma leggo sempre tutti i vostri messaggi. 

L’Elevato vi osserva!

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina