Condividi
Il 4 Giugno 2021 sono stati addirittura 6 i lavoratori che sono morti. Un bollettino di guerra, una mattanza quotidiana che non conosce sosta. Queste tragedie non fanno solo morti, rovinano famiglie e rendono tanti giovani orfani e soli.
Le parole sono molto importanti, ed hanno un senso, ecco perché trovo davvero sconcertante, che ancora oggi, le morti sul lavoro vengano definite, da più parti, con il termine assurdo ed ipocrita “morti bianche”.
Sono dei veri e propri omicidi sul lavoro: negli anni 60 le chiamavano così. Oggi le chiamano “morti bianche”, quasi fossero candide, immacolate, innocenti.
Non c’è nulla di bianco in una morte sul lavoro.
E anche partendo dal linguaggio, che si combatte una battaglia per una maggiore sicurezza sul lavoro.
Io mi sto battendo da anni per sensibilizzare su queste tragedie.
Vi allego la lista delle morti sul lavoro da me monitorata, aggiornata ad oggi, che conta 137 morti sul lavoro, ma se aggiungiamo tutte le morti su strada ed itinere, di cui è impossibile quantificare una cifra precisa, siamo a ben oltre 350 morti sul lavoro.
Voglio ricordare che le denunce di infortunio mortale presentate all’Inail da Gennaio al 30 Aprile 2021, sono state 306.
Quando si parla di queste tragedie, spesso si parla sempre e solo di numeri.
Credo fortemente che chi muore durante l’adempimento del proprio lavoro, non debba essere ricordato da statistiche piene zeppe di numeri.

Basta parlare soltanto di numeri: quelle sono persone. Lavoratori con degli affetti, una moglie, dei figli, che la mattina sono usciti per andare al lavoro e poi non sono più tornati a casa. Lo faccio per restituire loro un po’ di dignità. A volte nemmeno si conosce il nome di chi è morto. Ma anche loro hanno delle storie, delle famiglie che hanno perso un proprio caro, è giusto che venga ricordato.

Marco Bazzoni, operaio metalmeccanico e Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza, Firenze
Email: [email protected]

 

02/01/2021 Alfonso Cassese, tecnico Enel di 54 anni, è morto sul lavoro folgorato, mentre stava riparando un guasto ad una linea elettrica in contrada Parata.Lascia moglie e due figli.Regione Campania

05/01/2021 Abdel operaio di 43enne, ha perso la vita a causa di una pedana che lo ha travolto, in un capannone di un’azienda agricola. L’uomo stava sollevando con il carrello una pedana che, per cause da accertare, si è ribaltata finendogli addosso.Regione Campania

07/01/2021 Incidente mortale sul lavoro nella Bassa Reggiana. Un artigiano di 50 anni, residente nella Bassa Modenese, ha perso la vita cadendo dal tetto di un capannone.

È successo stamattina poco dopo le 11 a San Giacomo di Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, dove l’uomo – titolare di un’impresa edile individuale – stava effettuando alcuni lavori di costruzione di uno stabilimento per conto della ditta reggiana Padana Tubi. All’improvviso – per cause ancora in corso di accertamento da parte dei carabinieri di Guastalla e del personale della medicina di lavoro dell’Ausl locale – l’operaio è precipitato da un’altezza di circa dieci metri. Troppo gravi i traumi riportati (fonte Ansa)

07/01/2021 Incidente mortale sul lavoro stamattina nei pressi della stazione ferroviaria di Jesi (Ancona). Un operaio di 55 anni, Pasquale Barra, di Afragola (Napoli), dalle prime informazioni, è stato travolto e ucciso mentre stava lavorando in prossimità del binario 4.

La vittima, lavorava per la ditta Cmc (Centro Meridionale costruzioni) di Casoria (Napoli) che sta eseguendo lavori di restyling nella zona e abbattimento di barriere architettoniche per conto di Rfi. Sul posto i sanitari del 118 e la polizia.

Secondo una prima ricostruzione, sembra che l’operaio si trovasse sui binari – caduto o chino mentre lavorava – quando è stato travolto da un escavatore su rotaie: il mezzo era condotto da un altro addetto della stessa ditta della vittima che non si è accorto della presenza del collega a pochi metri, forse a causa dell’altezza della cabina di guida.(fonte Ansa)

08/01/2021 Loris Nadali, operaio di 61 anni, è morto sul lavoro per essere rimasto stritolato nel silos per asportare mangimi.Stava lavorando alla pulizia di un silos.Gli mancavano solo due mesi alla pensione.Lascia moglie e due figli.Regione Veneto.

09/01/2021 Gravissimo incidente sul lavoro al largo di Fiumicino nel pomeriggio di sabato 9 gennaio. Un ispettore di carico di 56 anni, in procinto di salire sulla piattaforma petrolifera “R2”, a 4 miglia dalla costa, è morto dopo essere caduto in mare, forse scivolato mentre scendeva dalla biscaglina. E’ successo intorno alle 17 (fonte Ostiatv).Regione Lazio

12/01/2021 Un operaio di 65 anni, originario di Pontecagnano Faiano, e’ deceduto, nel pomeriggio di oggi, in via Giovanni XXIII a Siano, nel Salernitano. Secondo una prima ricostruzione, l’uomo stava ripulendo un canale quando, per cause da chiarire, sarebbe stato travolto da un muro che ha ceduto. Al momento, e’ in corso ancora una sopralluogo dei carabinieri della Compagnia di Mercato San Severino e dello Spisal (fonte Punto Agro News).Regione Campania

13/01/2021 E’ rimasto incastrato nella fresa del trattore. E’ morto così un agricoltore di 55 anni che stava lavorando in un fondo a Mondragone, Comune del litorale nel Casertano.

Gli arti inferiori dell’uomo sono rimasti bloccati nel macchinario. Sono intervenuti sul posto i Vigili del fuoco del Comando provinciale di Caserta, provenienti dal distaccamento di Mondragone, che hanno provato in tutti i modi a liberare le gambe dell’uomo dalla stretta mortale, e ci sono riusciti grazie agli arnesi da taglio, ma a quel punto il contadino era morto (fonte Ansa).Regione Campania

14/01/2021 Incidente mortale sul lavoro nel carcere di Secondigliano a Napoli: a perdere la vita un operaio di 50 anni, Giovanni Ferrante, precipitato dalla scala mentre era impegnato in lavori di impermeabilizzazione del tetto.L’uomo e’ caduto da un’altezza di 5 metri ed e’ morto sul colpo. La Procura di Napoli, che ha aperto un fascicolo, ha disposto l’invio sul posto dei carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro per accertamenti (fonte La Voce di Napoli).Regione Campania

14/01/2021 Maurizio Erle, tecnico manutentore di 47 anni di Bassano del Grappa, è morto sul lavoro dopo giorni di agonia.Era rimasto folgorato il 4 gennaio a Lozzo, nel Padovano, all’interno della ditta “Valbona srl”. Regione Veneto

14/01/2021 Per un tragico infortunio sul lavoro, muore un operaio di 26 anni: Christian Vernocchi. L’episodio è accaduto, alla stazione di trasferenza di Hera Ambiente a Cervia. Il giovane – come riferito da Hera e dai sindacati – stava svolgendo il suo lavoro per la ditta Ravenna Chimica, azienda del gruppo Ciclat. Per cause ancora in corso di accertamento, è stato colpito con violenza da una ruspa in movimentazione. La corsa all’ospedale Bufalini di Cesena è stata purtroppo vana, perché il giovane – già in condizioni disperate – è morto poco dopo (fonte Il Resto del Carlino).Regione Emilia Romagna

15/01/2021 Sono stati 5 giorni di agonia quelli di Cosma Luongo, 62enne di Omignano troppo gravi le ferite riportate nell’incidente che si è verificato lunedì mattina nel cantiere edile dove lavo prava a Casalvelino Marina. Lo sfortunato operaio stava lavorando su una scala quando avrebbe perso l’equilibrio precipitando nel vuoto. Si è schiantato al suolo riportando riportando gravi ferire. I colleghi hanno fatto scattare immediatamente l’allarme ed hanno chiesto l’intervento dei soccorsi. Sul posto prima l’intervento dell’ambulanza giunta dalla postazione di Ascea Marina poi il cambio con una ambulanza rianimativa giunta da Vallo.

Violento impatto l’impatto, gravi le ferite riportate, trauma al torace e un brutto trauma cranico che non gli ha lasciato scampo. Il suo cuore ha cessare di battere nella giornata di oggi dopo cinque giorni di agonia nel reparto di rianimazione.Lascia la moglie e 4 figli (fonte Agropolinews).Regione Campania

17/01/2021 Un uomo di 60 anni, Antonino Pascale, è morto per il ribaltamento del trattore che trainava un carrello con concime.

L’agricoltore stava percorrendo una stradina in pendio di contrada Drizza a Patti, nel Messinese. Il personale del 118, allertato da passanti, non è riuscito a salvare la vita al sessantenne. Indagano i carabinieri (fonte LaSiciliaweb).Regione Sicilia

18/01/2021 Un incidente, alcune volte banale, la caduta da una scala, ma altre volte motivo di assurda tragedia. Giorgia Sergio, 27 anni, madre di due bambini, di Martignana, in provincia di Lecce, è morta dopo una caduta sul lavoro. La ragazza, regolarmente assunta da una ditta di pulizie, era intenta nel portare a termine il suo lavoro. In piedi su una piccola scala. Ma il destino avverso era dietro l’angolo. Il piede probabilmente poggiato male in fase di discesa e la perdita di equilibrio sono stati fatali alla 27enne.

La caduta, e la testa battuta sullo spigolo di un tavolino. I soccorsi, la corsa in ospedale, e l’intervento d’urgenza, per limitare i danni dell’emorragia. Ma per Giorgia Sergio non c’è stato niente da fare. La ragazza muore, cosi, dopo un incidente sul posto di lavoro, in attesa di tornare a casa dai suoi figli piccoli. Una tragedia enorme che ha sconvolto la locale comunità, oltre ad aver gettato nel più totale sconforto la famiglia della giovane vittima (fonte Chenews.it).Regione Puglia

18/01/2021 Infortunio mortale sul lavoro a Castagnole Monferrato, nell’Astigiano. Un operaio cinquantenne di una ditta edile è precipitato dal ponteggio, un volo di circa 4 metri che è stato fatale. È successo questo pomeriggio: nonostante l’intervento del 118 e la corsa in ospedale, per l’uomo, astigiano, non c’è stato nulla da fare (fonte Repubblica di Torino).

19/01/2021 Un operaio di 51 anni, Antonio Bellissimo, è morto in un incidente sul lavoro avvenuto all’interno di una cava a Melicucco, in provincia di Reggio Calabria. Bellissimo, sposato con figli, è deceduto dopo essere stato investito, per cause in corso di accertamento, dallo scoppio di uno pneumatico di un camion.L’uomo è stato sbalzato ad alcuni metri di distanza da dove si trovava.

Soccorso dai colleghi che hanno subito allertato il 118, l’uomo è morto subito dopo e i sanitari non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso (fonte Ansa).Regione Calabria

20/01/2021 E’ Ivano Cozzaglio, 42enne di Biassono, il giardiniere che è morto schiacciato da un trattore a Cornate d’Adda nella mattinata di mercoledì 20 gennaio.

La chiamata ai soccorsi era scattata poco dopo le 10 e sul posto erano intervenuti i mezzi di emergenza del 118 con l’elisoccorso che si era alzato in volo sull’Adda, i vigili del fuoco e i carabinieri insieme ai tecnici dell’Ats. Secondo quanto al momento emerso il 45enne sarebbe stato travolto dal macchinario agricolo mentre stava effettuando dei lavori nei campi che si trovano poco sotto lo Stallazzo.Inutile ogni tentativo di soccorso. I sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso (fonte Monza Today).

20/01/2021 E’ deceduto l’operaio di 36 anni, Salvatore Sasso, originario di Brienza, rimasto coinvolto in un incidente verificatosi, nei giorni scorsi, in un’azienda di Bellizzi. L’uomo è spirato, oggi, presso l’azienda ospedaliera universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi d’Aragona” di Salerno.Incidente in un’azienda: morto operaio caduto nel vuoto 20 gennaio 2021

„Nei giorni scorsi il 36enne, che stava lavorando per una ditta edile su alcune lamiere, è improvvisamente scivolato cadendo rovinosamente all’indietro. Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che l’ hanno trasportato d’urgenza presso il nosocomio del capoluogo, dov’è stato ricoverato nel reparto di Rianimazione a causa delle gravi ferite riportate nell’impatto (fonte Salerno Today).

21/01/2021 Una tragedia. Stamattina, non lontano dalla strada SC 50 di Vagli, in località Collaccio a Poggio, nel comune di Camporgiano, un uomo, Luigi Viviani, di 47 anni, di Castelnuovo, operaio della ditta Centro Legno Ambiente, mentre stava eseguendo dei lavori di disboscamento per conto di Gaia, nell’operazione di taglio delle piante, ha perso la vita dopo essere stato colpito in pieno volto da un albero che lo ha sbalzato a circa quattro metri di distanza.

La chiamata al 118 è arrivata alle 8.35. Sul posto si è precipitata un’ambulanza della Misericordia di Castelnuovo, il cui medico, però, non ha potuto fare altro che constatare l’avvenuto decesso. L’uomo è morto sul colpo (fonte La Gazzetta del Serchio).Regione Toscana

23/01/2021 Un operaio di 47 anni è deceduto in seguito alla caduta dal solaio di un capannone industriale. Il fatto è accaduto oggi in un complesso di via Ianniello a Frattamaggiore (Napoli).

L’operaio, a quanto finora ricostruito, era impegnato in una manutenzione quando all’improvviso è precipitato da un’altezza di circa 5 metri, battendo con la testa sul selciato. Per l’uomo non c’è stato nulla da fare. E’ morto all’istante. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della locale caserma ed il personale dell’Asl Napoli 2 Nord. Gli investigatori sono ora al lavoro per ricostruire la dinamica dell’accaduto. La salma è stata trasferita all’istituto di medicina legale di Napoli (fonte Ansa).

25/01/2021 Una morte atroce, un dolore immenso per i suoi cari e per tutti coloro che lo conoscevano e gli volevano bene. Rezzato (Brescia) piange il 44enne Diego Vono, morto in un incidente sul lavoro alla cava Eredi Ventura. Lascia la moglie Michela e i suoi quattro amatissimi figli: i piccoli Elia e Jacopo, gli adolescenti Samuel e Andrea.

Vono è rimasto soffocato da tonnellate e tonnellate di sabbia e ghiaia. Da tempo l’operaio lavorava come addetto all’escavatore, era molto esperto. L’incidente nel tardo pomeriggio di lunedì, quasi a fine turno alla cava degli Eredi Ventura a Virle Treponti, frazione di Rezzato. L’allarme è scattato poco dopo le 17, lanciato dai colleghi che a distanza hanno assistito attoniti alla scena. Vono stava movimentando l’escavatore quando improvvisamente è stato travolto da una frana di sabbia e ghiaia, che ha sommerso il macchinario.

Immediati i soccorsi. Sul posto, oltre all’automedica e a un’ambulanza del Cosp di Mazzano, anche i Vigili del fuoco del comando provinciale, che hanno scavato e liberato il povero Vono. Gli accertamenti medico-legali hanno confermato la morte per soffocamento (fonte Today).

26/01/2021 Crolla il solaio di un capannone, morto un operaio di 48 anni e quattro feriti. E’ accaduto questa mattina nella zona Pip di San Michele Salentino. Durante dei lavori di ampliamento di un capannone industriale della concessionaria Autopro è crollato un solaio che ha travolto un gruppo di operai. Un uomo, Franco Mastrovito di 48 anni , originario di Ostuni è morto, altri 4 sono stati estratti dalle macerie con l’aiuto dei vigili del fuoco intervenuti sul posto. I feriti sono stati trasportati in codice rosso al Perrino di Brindisi. Stando ad una prima ricostruzione l’operaio deceduto, titolare della ditta che stava eseguendo i lavori, era all’ultimo piano della struttura ed è stato investito in pieno (fonte Brindisi Oggi)

26/01/2021 Intorno alle ore 18.00 di oggi, all’interno del deposito edile della Ditta “Bonfrate”, a Grottaglie, un operaio è stato trovato senza vita nei pressi di un’impalcatura. La vittima è Ciro Meo, 61 anni, originario di Francavilla Fontana.

Nel corso dell’ispezione cadaverica è emerso che la salma presentava una vasta ferita lacero-contusa sulla parte superiore del cranio. Sul posto sono intervenuti i militari della Sezione Operativa di Martina Franca, del Nucleo Investigativo di Taranto, personale del N.I.L., nonché il Magistrato di turno.

L’uomo deceduto era stato di recente assunto dalla ditta con mansioni di operaio addetto alle pulizie e al riordino dei materiali stoccati. Nel corso delle indagini, il titolare della ditta, 64enne di Grottaglie, ha ammesso che l’uomo era precipitato dalla pedana in sopraelevazione di un muletto durante alcuni lavori di sistemazione in altezza di alcuni bancali, decedendo sul colpo. Il titolare, indagato a piede libero, risponderà di omicidio colposo aggravato dalla violazione delle prescrizioni sui luoghi di lavoro. L’intera area è stata sottoposta a sequestro (fonte Trnews).

26/01/2021 Incidente mortale sul lavoro nei boschi di Mazzone, frazione di Egna, dove un uomo che stava lavorando nel suo appezzamento di terreno è scivolato battendo la testa. Sconosciuta la reale dinamica dell’incidente, dato che in quel momento non era presente nessun testimone. L’uomo si trovava da solo. All’arrivo dei soccorsi, verso mezzogiorno, per lui non c’era purtroppo più nulla da fare (fonte La Voce di Bolzano)

27/01/2021 Un operaio di 64 anni è morto in seguito ad un incidente sul lavoro avvenuto nella zona industriale di Marcianise (Caserta). L’uomo, residente a San Cipriano d’Aversa, stava lavorando nel cantiere di una ditta specializzata in costruzioni metalliche, quando – secondo i primi accertamenti della Polizia – sarebbe caduto al suolo da un’altezza di circa sei metri. I suoi colleghi hanno provato a soccorrerlo, e poco dopo sono arrivati i sanitari del 118, ma non c’è stato nulla da fare. Sulla salma è stata disposta l’autopsia. Sul luogo dell’ incidente, oltre agli agenti del Commissariato di Marcianise, che indagano, è giunto anche il personale dell’Asl di Caserta per le verifiche sul rispetto delle norme di sicurezza sui luoghi di lavoro (fonte Radiopuntonuovo)

29/01/2021 Incidente mortale sul lavoro nella tarda mattinata di oggi a Castellaneta Marina (Taranto). Nella contrada Borgo Perrone, un 60enne, Domenico Squicciarini, di Modugno (Bari), dipendente dell’impresa Mds Impianti, e’ morto mentre svolgeva lavori di manutenzione delle linee aeree telefoniche. Si e’ verificato l’improvviso cedimento del palo in legno su cui Squicciarini aveva poggiato la sua scala. Il cedimento c’e’ stato proprio mentre l’uomo saliva. L’operaio ha fatto un volo di circa 5 metri. Sono intervenuti i Carabinieri e i tecnici di Spesal Asl Taranto (fonte norbaonline.com)

30/01/2021 Investito da un’auto mentre stava andando a prendere un’ordinazione da McDonald’s per poi consegnarla: è morto così un fattorino 47enne a Montecatini Terme (Pistoia). l’uomo, Romulo Sta Ana, di origini filippine, che lavorava per un’azienda di consegne a domicilio, aveva parcheggiato poco dopo le 20 il suo furgoncino in un piazzale adiacente a una stazione di servizio. Ha poi attraversato via Camporcioni, strada molto trafficata, sotto un violento acquazzone per recarsi nel fast food ed è in quel momento che è stato investito da un’auto. L’esito dell’alcol test svolto sul conducente dell’auto ha dato esito negativo (fonte Rainews).

01/02/2021 Tragedia sul lavoro a Castelfranco di Sotto. Poco prima di mezzogiorno di lunedì 1 febbraio, Salvatore Vetere, 51 anni di Capanne, nel comune di Montopoli in Val d’Arno, ha perso la vita a serguito di una caduta.Per l’uomo, titolare di una ditta al lavoro presso una conceria di Castelfranco, è risultata fatale la caduta da circa tre metri di altezza. Ma sulla dinamica dell’incidente si sta ancora indagando.Giunto sul posto il personale del 118 non ha potuto che constatare la morte dell’uomo. Allertati anche i Carabinieri, la Polizia Municipale e il personale AUsl (fonte cascina notizie).

02/02/2021 Infortunio mortale sul lavoro stamani in un’azienda tessile di Montale (Pistoia). Un operaio di 23 anni è morto schiacciato sotto una pressa.

Sul posto sono intervenuti i sanitari inviati dal 118, ma per il giovane, di origine tunisina, non c’è stato niente da fare. Sul posto anche i vigili del fuoco e i carabinieri. Le cause dell’incidente sono in corso di accertamento.E’ il secondo incidente mortale su lavoro in Toscana in due giorni: ieri in un infortunio avvenuto a Castelfranco di Sotto (Pisa), aveva perso la vita un uomo di 51 anni, titolare di una ditta di termoidraulica, che styava effettuando una manutenzione a una cisterna in una conceria (fonte Ansa).

03/02/2021 Tragico incidente sul lavoro, nel pomeriggio di oggi, a Paglieta. A perdere la vita un operaio di 57 anni, M.O.M.F., di origine romena. Era sposato e padre.

L’uomo era un dipendente della ditta Dphi srl costruzioni, che ha sede a Paglieta. Come ricostruito dai carabinieri, l’incidente è avvenuto intorno alle ore 17.

L’uomo si stava occupando degli scavi per la rete fognaria di un’abitazione in costruzione. Dopo aver realizzato uno scavo largo circa 60 centimetri e profondo 200, si è calato all’interno della traccia per sistemare una tubazione. Improvvisamente, però, il terreno ha ceduto, spostandosi in avanti e l’operaio è rimasto schiacciato, morendo sul colpo (fonte Chieti Today).

04/02/2021 Crollo stamani in centro a Tovo San Giacomo, nel savonese. L’incidente si è verificato all’interno di un cantiere edile per il recupero di un immobile a pochi passi dalla chiesa e dal municipio cittadino. Secondo quanto appreso, una delle ruspe al lavoro per il rafforzamento della fondamenta è stata travolta dal crollo di una parte della parete dell’edificio adiacente uccidendo una persona. La persona morta sotto le macerie è il committente dei lavori, Maurizio Superchi, 66 anni. In cantiere al momento della tragedia si trovava anche il figlio di Superchi, Alex. Secondo una prima ricostruzione la ruspa avrebbe ‘toccato’ un archivolto. L’urto avrebbe provocato una profonda crepa e il conseguente crollo del muro (fonte Ansa).Regione Liguria

04/02/2021 Avrebbe battuto la testa sul muletto che stava guidando mentre era intento a spostare una balla di fieno il cinquantenne morto oggi in un’azienda agricola di Lamezia Terme.

F.M.S., originario di San Mazzeo di Conflenti, era impiegato in un’impresa del ramo vinicolo. L’uomo si sarebbe sbilanciato e il colpo alla testa gli sarebbe risultato fatale. Sul posto la Scientifica, la Polizia di Stato e il medico legale. L’uomo lascia moglie e due figli (fonte Lacnews24)

05/02/2021 Tragedia sul lavoro intorno alle 11 di oggi, venerdì 5 febbraio, a Stagno dove Pier Luigi Maffei, 66anni, è morto dopo essere caduto da circa tre metri di altezza mentre stava effettuando dei lavori al solaio della sua pasticceria in via Lepori. A prestare i primi soccorsi all’uomo, che nella caduta ha sbattuto violentemente la testa, sono stati i presenti all’interno del locale i quali hanno subito chiamato i soccorsi, arrivati sul posto con un’ambulanza della Svs con il medico. I volontari hanno provato a lungo a rianimare la vittima prima di dichiararne il decesso. Sul luogo dell’incidente si sono portati gli agenti della polizia per ricostruire l’esatta dinamica dell’accaduto (fonte Livorno Today).

06/02/2021 Tragedia in alta val di Bisenzio dove un uomo è deceduto dopo essere stato schiacciato da un albero durante le operazioni di taglio della pianta. È accaduto a Montepiano. La vittima è un cinquantaseienne del posto, Stefano Scatizzi, dell’Agriturismo Fonte a Romito, nei cui pressi è avvenuto l’incidente. L’uomo stava tagliando alcuni alberi con una motosega nel terreno boschivo intorno alla struttura ricettiva di famiglia. Sul posto, nel primo pomeriggio di oggi, sono intervenuti la Croce Rossa di Vernio, inviata dal 118 e l’elisoccorso, che è stato fatto avvicinare a Montepiano, salvo poi fare ritorno senza trasportare il malcapitato. Inutili si sono infatti rivelati i tentativi di salvare Scatizzi, che trovava solo al momento in cui è avvenuta la tragedia. L’uomo, che aveva una certa esperienza nelle operazioni di taglialegna, era uscito di casa la mattina per effettuare i lavori; non vedendolo rincasare per pranzo, i familiari hanno iniziato le ricerche, facendo la drammatica scoperta, poco prima delle 14.

Sul posto sono poi intervenuti anche i vigili del fuoco, i carabinieri della stazione di Vaiano e la polizia municipale di Vernio. Appurato che si è trattato di un ter-ribile incidente, il magistrato ha lasciato libera la salma (fonte tv Prato)

07/02/2021 Roberto Sain, 59enne, titolare insieme al fratello Franco dell’omonima azienda agricola, e’ morto sul lavoro, risucchiato dal suo mezzo agricolo.E’ accaduto nella frazione di Fossalon di Grado.Regione Friuli Venezia Giulia

08/02/2021 Tragedia sul lavoro ieri pomeriggio a Cigole, comune della Bassa Bresciana, dove Innocente Ferrazzoli, un agricoltore di 59 anni, è morto mentre stava potando i rami di una pianta all’interno della sua azienda agricola.Regione Lombardia

08/02/2021 Un operaio vivaista di 50 anni, Marcello Baldini, di Serravalle pistoiese, ha perso la vita nella mattinata di oggi, lunedì 8 febbraio, cadendo in un pozzo, nella proprietà dell’anziana madre, in via Rio Vecchio, nella frazione Violi, nel comune di Monsummano.Regione Toscana

09/02/2021 A Empoli in una falegnameria in via Pontorme lo scoppio di un compressore ha ucciso il titolare del laboratorio, Francesco Santiccioli di 68 anni, e ferito in modo grave un’altra persona che stava lavorando con lui.Regione Toscana

11/02/2021 Un fulmine l’ha centrato in pieno mentre lavorava in campagna insieme a un collega. L’ambulanza è arrivata subito, ma non c’è stato nulla fare. Un uomo di 44 anni di origini romene è morto folgorato a Montecelio, Guidonia, a nord Est del centro di Roma.Regione Lazio

12/02/2021 Ha lottato per la vita ma purtroppo non ce l’ha fatta. È morto dopo tre giorni dal ricovero all’ospedale San Maurizio di Bolzano il giovane di 29 anni che lavorava in un cantiere al Tunnel del Brennero rimasto vittima, assieme ad altri due colleghi, di un incidente lunedì mattina.Regione Trentino Alto Adige

12/02/2021 Il medico dell’elisoccorso ha constatato il decesso dell’operaio precipitato oggi nell’orrido di Pré-Saint-Didier, in alta Valle d’Aosta. Il corpo è in fase di recupero. L’elicottero non può effettuare manovre a causa della scarsa visibilità per nubi. Il medico è stato portato nel torrente con l’impiego del verricello. L’operaio stava effettuando dei lavori stradali sulla statale 26 per un’impresa quando è precipitato.Regione Valle D’Aosta

15/02/2021 È di omicidio colposo, la denuncia rivolta dai carabinieri nei confronti di un imprenditore edile di 46 anni. Che secondo i militari avrebbe coperto le tracce di sangue dal cantiere dove uno dei suoi operai è morto. Accade a Ramacca (Catania) e il fatto risale allo scorso 12 febbraio, quando un operaio edile di 60 anni è caduto dal tetto di un’abitazione dove era impegnato per dei lavori. Subito dopo la caduta l’uomo è stato ricoverato all’ospedale Cannizzaro di Catania, dove è stato sottoposto a una delicata operazione a causa dei traumi subiti: tre giorni dopo l’uomo è morto (Il Messaggero).

16/02/2021 Un operaio di 72 anni è morto oggi cadendo da un tetto alla Gemtex, ditta di Suisio (Bergamo) che produce nastri elastici per abbigliamento.La vittima è un fabbro, era stato chiamato dalla Gemtex per eseguire alcuni lavori di manutenzione ai pali della luce.Regione Lombardia

16/02/2021 Emiliano Chianello, operaio di 33 anni è morto nel pomeriggio a seguito di un tragico incidente mentre stava effettuando dei lavori per conto di una ditta in località “Pilesulla”. Il cordoglio dell’amministrazione comunale.Regione Calabria

17/02/2021 Un tragico incidente sul lavoro si è verificato mercoledì pomeriggio a Vigonza (Padova) negli stabilimenti della Franco Gomme, dove un operaio veneziano, residente a Mira, è morto dopo essere caduto da alcuni metri di altezza. Sul posto sono presenti i carabinieri e gli addetti dello Spisal, impegnati nella ricostruzione dell’episodio. La vittima è Rosario Fidone, di 63 anni. I tentativi di rianimarlo, da parte dei soccorritori del 118, sono stati vani.

17/02/2021 Incidente mortale sul lavoro ieri a Vallesina, nel comune di Meltina dove un uomo di 42 anni è rimasto schiacciato sotto un trattore durante dei lavori in un bosco.

All’arrivo dei soccorsi per Peter Schotzer non c’era più nulla da fare. Il mezzo è scivolato per circa 20 metri lungo un ripido pendio. Sul posto i vigili del fuoco di Meltina e Terlano, il soccorso alpino e l’elicottero di soccorsi Pelikan 1.

Sull’accaduto indagano ora i carabinieri.

17/02/2021 Tragico incidente sul lavoro, questa notte, nel cuore di Napoli, nel quale un dipendente Asia, società che si occupa della raccolta dei rifiuti a Napoli, è purtroppo deceduto: la vittima si chiamava Gerardo Gramaglia, operaio di 54 anni. Da quanto si apprende, l’uomo è deceduto in un incidente occorso proprio mentre stava svolgendo il servizio di raccolta rifiuti, nella notte appena trascorsa, in via Mancini, a pochi passi da piazza Garibaldi e dalla Stazione Centrale di Napoli: ancora tutta da chiarire, però, la dinamica di quanto accaduto.

18/02/2021 Drammatico infortunio sul lavoro nel pomeriggio di giovedì 18 febbraio a Villanuova sul Clisi (Brescia). Un operaio è morto in un cantiere di A2A aperto lungo via Romana. La vittima è un cinquantunenne di Bedizzole. Stando alla ricostruzione dei carabinieri della compagnia di Salò l’uomo, dipendente di una ditta esterna, lavorava nell’area di scavo quando per ragioni in corso di accertamento è stato urtato dalla pala di una ruspa in movimento, che l’ha fatto cadere in avanti

18/02/2021 E’ stato colpito alla schiena dalla benna di un escavatore: si è accasciato esanime a terra e purtroppo non si è più ripreso, morto sul colpo a causa di un’emorragia interna. Questo il triste destino di Vittorio Franzoni, operaio di 52 anni.

19/02/2021 È morto travolto dal camion a cestello sul quale stava lavorando il 57enne Biagio Mormile di Cardito, in provincia di Napoli. Il tragico incidente, il terzo in poche settimane in quella zona, è avvenuto nell’Area Industriale di Aversa Nord.

19/02/2021 Un operaio di 56 anni, Biagio Mormile, di Crispano (in provincia di Napoli) è morto dopo essere precipitato da circa 15 metri in un incidente sul lavoro nella zona industriale di Carinaro (in provincia di Caserta)

20/02/2021 Non ce l’ha fatta Pancrazio Morrone, l’uomo di 70 anni, vittima di un incidente sul lavoro nel primissimo pomeriggio di oggi, sabato 20 febbraio. Trasportato in codice rosso all’ospedale di Lecco, l’uomo è infatti morto poche ore dopo il ricovero in ospedale. La dinamica di quanto successo è ancora al vaglio delle forze dell’ordine intervenute per i rilievi, anche se sembrerebbe che l’uomo sia rimasto schiacciato da un escavatore.Regione Lombardia

20/02/2021 Matteo Baldassara aveva fatto il turno di notte alla cartiera San Martino di Broccostella, in provincia di Frosinone. Ha perso la vita, mentre il turno stava quasi per finire, travolto e schiacciato, secondo le prime ricostruzioni, da alcune balle di cellulosa. Ennesima vita spezzata dal lavoro a soli 25 anni

20/02/2021 E’ caduto rovinosamente mentre stava eseguendo alcuni lavori edili, di tinteggiatura, per conto dell’attività di un conoscente e da allora è iniziato un lungo calvario, di interventi chirurgici, di ricoveri in diverse strutture ospedaliere, fino al tracollo finale. La procura di Napoli, tramite il sostituto Mario Canale, ha aperto un procedimento penale con l’ipotesi di reato di omicidio colposo per la morte di un 63enne partenopeo, Enrico De Waure, deceduto sabato 20 febbraio 2021 all’ospedale del Mare in conseguenza dei gravissimi traumi subiti il 9 luglio 2020 a seguito di un infortunio sul lavoro accaduto nel quartiere di Fuorigrotta.

21/02/2021 Un agricoltore di 60 anni, Antonio Lamberti, per tutti ‘Tonino, è morto questa mattina in un tragico incidente sul lavoro in località Poiago di Carpineti, sull’Appennino reggiano. L’uomo, per ragioni ancora al vaglio degli inquirenti, è caduto nella vasca dei liquami della sua azienda agricola, senza riuscire a liberarsi. L’allarme è scattato poco prima delle 9 (fonte Il Resto del Carlino)

22/02/2021 Un operaio di 54 anni è morto dopo essere precipitato da un’impalcatura a Portici (Napoli). L’uomo, dipendente di una ditta di Giugliano che si occupa di ristrutturazioni, stava eseguendo dei lavori sulla facciata esterna di un edificio quando, per cause ancora da accertare, è precipitato dall’impalcatura cadendo al suolo. Per lui non c’è stato nulla da fare. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia e il pm della Procura di Napoli.

22/02/2021 Tragedia oggi a Santa Croce Camerina. Vito Gravina di 63 anni è morto oggi a Santa Croce Camerina a seguito di un incidente sul lavoro. Sul posto i carabinieri di Santa Croce e gli uomini dello Spresal che stanno accertando la dinamica dell’incidente. Stando alle prime informazioni, l’uomo sarebbe rimasto vittima della manovra errata di un trattore condotto da un’altra persona.

23/02/2021 E’ morto travolto dalle ruote cingolate del suo trattore mentre lavorava nell’ azienda agricola di cui era titolare a Monforte d’Alba. Diego Marengo, 66 anni, era il titolare di Ca’ Brusà, cantina, agriturismo e azienda agricola molto conosciuta nel Cuneese e nel mondo dei produttori di vino. E’ successo questo pomeriggio intorno alle 14 in località Manzoni (fonte Repubblica)

24/02/2021 Il marinaio Gaetano Puleo è morto sul lavoro sullo Stretto di Messina. Il dipendente della compagnia di navigazione Caronte & Tourist sembra sia stato colpito da una cima della nave che si è spezzata. Aveva 61 anni ed era nostromo. L’incidente è avvenuto a bordo della motonave Elio mentre stava approdando al molo Norimberga.

24/02/2021 Incidente sul lavoro ai Colli di Moiola, bassa valle Stura, oggi pomeriggio (24 febbraio). Un uomo è morto schiacciato dal trattore. La vittima, Thiaw Cheikh, per tutti «Seka», 36 anni, di origine senegalese, lavorava per un’azienda locale impegnata in lavori di disboscamento. Era alla guida del mezzo agricolo che si è ribaltato e l’ha travolto (fonte La Stampa)

24/02/2021 Questo pomeriggio un uomo di circa 70 anni ha perso la vita sul lavoro. Dalle prime sommarie informazioni, l’uomo è stato travolto da un ponteggio mentre stava svolgendo alcune attività di manutenzione. Vani i tentativi di prestare soccorso, i medici del 118 intervenuti sul posto non hanno potuto far altro che constatare il decesso. L’uomo è stato identificato per Antonio Mellea

26/02/2021 Muore dopo 9 mesi di agonia Carmine Calce, il giovane operaio di 32 anni, originario di Galluccio ma dipendente di un’azienda di Sant’Elia Fiumerapido (in provincia di Frosinone), che nel giugno del 2020 è rimasto vittima di un gravissimo infortunio sul lavoro.Il 32enne di Galluccio era stato investito da un grande rullo in acciaio, che gli aveva provocato un trauma cranico. Le gravi lesioni non gli hanno lasciato scampo nonostante le tante cure dei medici.

26/02/2021 Un giardiniere 45enne di Concordia Sagittaria, Davide Doratiotto, è morto folgorato nel pomeriggio di oggi mentre eseguiva dei lavori di potatura. L’uomo si trovava sulla piattaforma aerea, in cima al braccio elevatore del suo mezzo da lavoro, quando è entrato in contatto con i cavi dell’alta tensione. Per lui non c’è stato scampo.

01/03/2021 Tragedia nella mattinata di oggi, lunedì 1 marzo, a Rho, in provincia di Milano. Paolo Gianello, operaio di 49 anni è stato schiacciato da un camion in retromarcia mentre approcciava l’ingresso di un’azienda della zona. A nulla sono serviti gli sforzi del personale sanitario che sono riusciti ad arrivare in ospedale con l’uomo in condizioni disperate: l’operaio è morto poco dopo il ricovero.

03/03/2021 Il drammatico incidente stradale che oggi nel pomeriggio si è verificato alle porte di Pinerolo sulla strada SP 129 che conduce a Buriasco ha coinvolto due cantonieri della Città Metropolitana di Torino in servizio al Circolo di Pinerolo, scesi dal loro automezzo nell’ambito dell’attivita di sorveglianza stradale quando un violento tamponamento li ha travolti.

Sul colpo è morto Rino Riceli, 45 anni, di Torre Pellice. Il suo collega Massimiliano Ferrero, 57 anni di San Secondo di Pinerolo invece è in condizioni gravi ricoverato al Cto di Torino dove è stato trasportato dall’elisoccorso.

04/03/2021 Incidente sul lavoro in una azienda in via del Lavoro a Minerbio nel Bolognese. Un operaio di 57 anni, in base a una prima ricostruzione dei carabinieri, è morto mentre era alla guida di un muletto.

E’ probabile, come emerso dai primi accertamenti, che l’operaio abbia perso il controllo del mezzo che durante una manovra si è ribaltato. Per l’uomo, originario del Marocco, soccorso dal 118, sul posto con ambulanza e automedica, non c’è stato nulla da fare (fonte Ansa)

05/03/2021 Paolo Gaetani, l’operaio monfalconese di 46 anni che nei giorni scorsi era stato vittima di un brutto infortunio sul lavoro in un garage di via Tivarnella a Trieste, non ce l’ha fatta. E’ morto all’ospedale di Cattinara dove era stato trasportato in condizioni che ai sanitari del 118 fin da subito erano apparse gravissime. Gaetani era titolare di una ditta ed era caduto da una scala mentre stava lavorando, picchiando violentemente a terra la testa.

05/03/2021 Non ce l’ha fatta Massimiliano Ferrero, l’operaio stradale coinvolto con un collega in uno spaventoso incidente avvenuto mercoledì scorso a Pinerolo lungo la strada Provinciale 129, nella Città metropolitana di Torino. Il 56enne cantoniere è morto nelle scorse ore all’ospedale Cto di Torino dove era stato ricoverato da quel terribile pomeriggio. Inutili per lui tutti i tentativi fatati dai medici per salvargli la vita. Troppo gravi sono risultate le ferite riportate nell’impatto con un tir dei rifiuti che li aveva travolti

06/03/2021 Un uomo di 61 anni, imprenditore, è morto a Migliarina di Carpi a causa di un infortunio che non gli ha lasciato scampo. L’uomo, stando agli accertamenti in corso da parte dei carabinieri di Carpi, sarebbe stato colpito alla testa da un albero che stava per sradicare nei pressi della sua casa di campagna.

06/03/2021 – È morto dopo diversi giorni di agonia Vincenzo Mirabella, il 66enne muratore di Sarno vittima di un incidente sul lavoro a San Valentino Torio dove è precipitato da un’impalcatura. Il suo cuore ha smesso di battere ieri notte all’ospedale “Umberto I” d Nocera Inferiore, dove era arrivato in condizione critiche dal “Martiri del Villa Malta” di Sarno

07/03/2021 Incidente sul lavoro nel primo pomeriggio di oggi a Ferrara. Giuseppe Fiore operaio edile di 59 anni è morto dopo essere caduto dal balcone dell’appartamento in cui stava compiendo lavori di ristrutturazione per conto di una ditta.

L’uomo, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri intervenuti sul posto, si sarebbe sporto dal balcone, al terzo piano, e sarebbe caduto accidentalmente. È accaduto intorno alle 14-14.30. Sul posto anche il Servizio prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro (Spsal) dell’Ausl(fonte Repubblica)

07/03/2021 Infortunio sul lavoro, intorno alle 21, in un’azienda agricola di Rivolta d’Adda. Un uomo alla guida di un muletto è rimasto schiacciato tra il carrello e il tettuccio dello stesso, per case ancora da accertare.

L’operaio, residente in paese, è stato soccorso dai sanitari del 118, coadiuvati dai vigili del fuoco. Purtroppo per il 46enne non c’è stato nulla da fare.

11/03/2021 Un operaio di 42 anni, di Reggio Calabria, dipendente di un’impresa impegnata a Placanica in lavori di ristrutturazione esterna del Castello, è morto oggi in un incidente sul lavoro. A perdere la vita è stato l’operaio Giuseppe Laganà, 42 anni, di Reggio Calabria, impegnato nei lavori di “Riqualificazione esterna e messa in sicurezza del castello medievale”

11/03/2021 Incidente mortale sul lavoro stasera 11 marzo intorno alle 20 a Terzo, nell’Acquese. Secondo quanto riferisce il 118, un uomo di 58 anni, Fredy Pluas, è morto schiacciato probabilmente da un muletto in Regione Domini. Stava lavorando alla Corino Bruna Spa, azienda che si occupa di giardinaggio. L’uomo lavorava alla Corino da circa 15 anni (fonte La Stampa)

13/03/2021 Tragedia in un cantiere per la ricostruzione post terremoto dell’Aquila a San Pio delle Camere, comune ad una trentina di chilometri dal capoluogo: nel pomeriggio due operai stranieri, un romeno e un macedone, sono morti per il crollo di un muro di un fabbricato nel centro storico del piccolo centro, dove stavano per cominciare le operazioni di demolizione di un aggregato seriamente danneggiato dal sisma del 6 aprile 2009. A perdere la vita Cristian Susanu, romeno di 42 anni residente a Roio, frazione del Comune dell’Aquila, e Dzevdet Uzeiri, macedone, 61 anni, residente a Castelnuovo, frazione di San Pio delle Camere. Altri tre operai sono riusciti miracolosamente a mettersi in salvo (fonte Ansa)

17/03/2021 Un operaio edile 55enne di Gravina, Giuseppe D’Erasmo, è morto oggi in un incidente sul lavoro avvenuto a Gravina.Stando alle prime ricostruzioni dei carabinieri, che indagano sull’accaduto, l’uomo sarebbe morto a causa del cedimento del braccio di una gru, che si è verificato mentre si stava spostando del materiale edile in un cantiere gestito da una ditta di Ruvo.

17/03/2021 La vittima è un operaio di 55 anni, Giuseppe D’Erasmo, dipendente di una ditta di Ruvo di Puglia. Era in un deposito a Gravina in Puglia (Bari), in contrada Graviglione, per prelevare alcuni ponteggi in ferro quando, secondo una prima ricostruzione, sarebbe rimasto schiacciato dal braccio della gru che stava spostando il materiale edile. Sulla vicenda la Procura di Bari ha aperto un fascicolo per omicidio colposo.

18/03/2021 Un agricoltore di 60 anni, Domenico Ciprietti, è morto questa mattina attorno a mezzogiorno in un incidente in campagna verificatosi a Battaglia di Campli.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo era alla guida di un gommato che all’improvviso è scivolato lungo una scarpata finendo, ribaltato, sulla strada comunale sottostante.

24/03/2021 Tragico incidente sul lavoro oggi a Mandaradoni di Limbadi, nel Vibonese. Per cause ancora in corso di accertamento, un 72enne del luogo, F. D., mentre stava eseguendo dei lavori di muratura in una sua proprietà è caduto da un’impalcatura precipitando rovinosamente a terra. Sul posto è arrivato l’elisoccorso per trasportare il pensionato all’ospedale di Catanzaro ma l’uomo – originario della frazione San Nicola De Legistis – è deceduto poco dopo per arresto cardiaco

26/03/2021 Un capostazione Eav, Salvatore Brancaccio, in servizio alla stazione Circum di Botteghelle è morto e un addetto alle pulizie è rimasto gravemente ferito: questo il bilancio dell’incidente verificatosi in serata. Il ferito è ricoverato all’Ospedale del Mare. Ancora da chiarire la dinamica. Secondo una prima ricostruzione in zona, dove c’è un’area di smistamento dei convogli della Circumvesuviana, si stava procedendo ad una operazione di bonifica e pulizia. Opera affidata ad una ditta esterna all’Eav, l’Ente Autonomo Volturno che si occupa anche di trasporto pubblico.

Il camion, che era fermo, per cause ancora in corso di accertamento, ha preso la corsa travolgendo alcune persone che erano dinanzi, tra cui l’operaio che è poi deceduto.

26/03/2021 Tragedia questo pomeriggio.Un operaio di 62 anni di Sesto al Reghena, dipendente di una ditta che si occupa di consegna di alimenti congelati, è stato colto da una fatale malore mentre stava scaricando la merce dal camion.A dare l’allarme è stato il collega. Immediata la chiamata al 112. Immediato anche l’intervento del personale sanitario inviato dalla Centrale Sores di Palmanova. Inutili purtroppo le manovre di rianimazione.L’uomo è morto per un probabile infarto. La tragedia a Basiliano.

27/03/2021 Un uomo di 35 anni, Antonio Mendicino, di Cutro è morto questa mattina dopo essere precipitato dal tetto di un capannone in località Passovecchio.

L’uomo, dipendente di una ditta edile al momento dell’incidente era intento ad effettuare un sopralluogo, insieme ad un collega, quando, per cause in corso di accertamento, è scivolato precipitando a terra. Inutili i soccorsi del Suem 118 giunti poco dopo.

30/03/2021 Un operaio abruzzese di 58 anni, Antonio Cavallucci, è morto nel pomeriggio di oggi in seguito al ribaltamento di un mezzo meccanico sul cantiere della variante all’attuale percorso della strada statale Tito-Brienza.

Secondo quanto si è appreso, l’uomo – per cause in fase di accertamento – ha perso il controllo di un escavatore che stava manovrando sulla sommità di una scarpata realizzata nell’ambito dei lavori che dovrebbero permettere ai mezzi in arrivo da Potenza, e diretti all’imbocco della Fondovalle dell’Agri e ad Atena Lucana, di aggirare il centro abitato di Brienza. Quindi sarebbe scivolato da un’altezza di oltre 30 metri impattando assieme all’escavatore sull’asfalto sottostante.

31/03/2021 Muore a 61 Guglielmo Trucco, allevatore di mucche frisone da latte a San Lorenzo di Fossano, ricoverato dal 31 dicembre a seguito di una caduta mentre effettuava dei lavori sul silos per l’alimentazione degli animali.

Una caduta da circa due metri di altezza che gli ha causato un gravissimo trauma cranico. Portato in ospedale d’urgenza Walter, come tutti lo conoscevano, è stato tre mesi in coma prima di spegnersi nella notte di mercoledì 31 marzo.

01/04/2021 Non ci sono più speranze per l’uomo di 38 anni che nella serata di oggi ha avuto un drammatico infortunio sul lavoro all’interno dell’azienda Filmet di Torbole Casaglia. Il lavoratore, residente a Zone sul lago d’Iseo, stava effettuando alcune opere necessarie all’impianto elettrico e si trovava su una attrezzatura quando è avvenuta la tragedia, che è ancora da ricostruire da parte dei carabinieri della Compagnia di Chiari e dei tecnici dell’Asst di Brescia.

01/04/2021 E’ caduto dal vano scale di una villa in ristrutturazione nel Bresciano. Così è morto oggi giovedì primo aprile un operaio di 63 anni impegnato nei lavori. Stando alle prima ricostruzione dell’accaduto, l’uomo, residente a Bergamo, attorno alle 9.30 era impegnato nel cantiere di una villa a Manerba, nella zona sopra porto Dusano, quando, per cause ancora da chiarire, ha perso l’equilibrio ed è caduto dal vano scale precipitando per alcuni metri. Una caduta che non gli ha lasciato scampo: il 63enne è morto poco dopo la caduta.

03/04/2021 . Un muratore è morto dopo essere caduto dal tetto di un’abitazione in ristrutturazione ad Aquileia (Udine). L’uomo, di 30 anni, era un cittadino egiziano. L’allarme è scattato attorno alle 16.30 da parte dei colleghi: l’operaio stava lavorando sul tetto di un capannone che all’improvviso si sarebbe sfondato. L’uomo è caduto da un’altezza di circa sette metri ed è deceduto all’istante. Sul luogo dell’incidente sul lavoro sono giunti i vigili del fuoco di Cervignano e i carabinieri della locale stazione. Sul posto è giunto anche l’elicottero sanitario ma il manovale era già morto. L’area è stata posta sotto sequestro dalla Procura (fonte La Stampa)

03/04/2021 Era caduto da un ponteggio dove stava lavorando ad alcune manutenzioni di un edificio nel rione di Funtana Buddia a Nuoro. Oggi Mario Sini, operaio nuorese di 66 anni, è deceduto nel reparto di Rianimazione dell’ospedale San Francesco di Nuoro dove era ricoverato in gravissime condizioni.Troppo gravi le ferite riportate del 66enne, che ieri stava aiutando un amico a fare dei lavori nella sua casa.

07/04/2021 Incidente sul lavoro a Velletri. In via Di Mario, Pietro Antonelli operaio di 45 anni originario di Terracina è morto perché con il braccio meccanico della gru con cui stava lavorando ha toccato i fili dell’alta tensione. È rimasto folgorato sul colpo. Sul posto, per i rilievi, la polizia di stato e gli ispettori del lavoro della ASL Roma 6.

08/04/2021 Dramma nel mondo del giornalismo calabrese. Michele Porcelli, storico regista e operatore di ripresa di LaC Tv, è morto dopo essere precipitato in un dirupo. Il tragico incidente è avvenuto mentre stava lavorando: Porcelli era impegnato in alcune riprese a Buonvicino, in provincia di Cosenza. Aveva 55 anni.

09/04/2021 Si e’ spento al CTO di Torino Roberto Laudani, 39enne di Castelletto Cervo che lo scorso 27 marzo è rimasto coinvolto in un incidente sul lavoro in paese. Padre di due figli (uno di 16 e l’altro di 2 anni), era originario di Buronzo ma negli ultimi anni si era trasferito con bambini e compagna nella vicina Castelletto. Per cause da accertare, il carpentiere era caduto da un’altezza di 5 metri mentre era impegnato nella manutenzione di un tetto.

12/04/2021 Una sconvolgente notizia ha colpito oggi la comunità di Collepasso: è morto tragicamente sul lavoro un giovane, Luca Sedile. 30 anni. Compiuti da poco. Era nato il 16 febbraio 1991.

Da alcune notizie, ancora frammentarie, sembra che il giovane sia deceduto sul colpo a causa di un grave trauma cranico subìto mentre lavorava alla costruzione di una piscina in una casa privata lungo la strada che collega Noha ad Aradeo. Lo schiacciamento del cranio, che ha provocato la morte immediata, è stato provocato, stando alle prime notizie, da un mezzo meccanico condotto da un altro operaio edile che ha colpito accidentalmente il nostro povero giovane concittadino.

14/04/2021 Purtroppo non c’è stato nulla da fare: il camionista 59enne residente a Vicenza che oggi è stato investito, per motivi ancora da chiarire, da un muletto nell’azienda in cui lavorava, è morto sul colpo. L’incidente si è verificato nella ditta siderurgica Ferro Berica Srl di via dell’Edilizia a Vicenza.

15/04/2021 E’ Lidio Piras, 51enne di Nurachi, l’uomo e’ morto nella tarda mattinata, mentre era impegnato in alcune operazioni di manutenzione in un condominio di via Enrico Costa ad Alghero.

Dipendente di un’azienda di Oristano, l’uomo si è accasciato mentre era al lavoro su un serbatoio del gas. Al momento restano ancora da chiarire le cause della morte. Sarà infatti l’autopsia a chiarire se si è trattato di un malore, oppure se il 51enne sia morto per le esalazioni del serbatoio del gas.

16/04/2021 Tragico incidente sul lavoro nella mattinata di oggi, venerdì 16 aprile, a Pomezia. Un operaio di 55 anni, originario di Albano ma residente a Cisterna, ha perso la vita mentre era impegnato in alcuni lavori per il rifacimento dell’afalto nei pressi della via del Mare.Tutto è accaduto intorno alle 10 di questa mattina. Secondo una prima ricostruzione dell’incidente, come riporta RomaToday, il 55enne stava svolgendo gli interventi sulla strada quando, per cause che sono ancora da accertare, è stato investito in via Lamarmora da un mezzo di lavoro in retromarcia, una pulitrice usata dopo le asfaltature delle strade.

17/04/2021 Nel pomeriggio di oggi intorno alle 17 un uomo, di 69 anni residente a Pozzolo Formigaro, intento a potare delle piante in un bosco privato di Spineto Scrivia è caduto in un dirupo. L’uomo, al lavoro con un collega, è scivolato giù per il pendio ed è morto sul colpo per i traumi riportati. I soccorsi degli operatori del 118 si sono rivelati inutili.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del fuoco di Tortona per il recupero del corpo e i Carabinieri di Villalvernia impegnati nei rilievi per ricostruire la dinamica dell’incidente.

17/04/2021 Un operaio di 55 anni, Mario Prosperi di Cisterna, è morto a Pomezia in un infortunio sul lavoro. Secondo la ricostruzione l’uomo è stato investito da un’autospazzatrice mentre lavorava nel cantiere di piazza Federico II dove è in corso il rifacimento dell’asfalto.

Un collega della vittima, mentre stava facendo retromarcia con il mezzo, non si è accorto del 55enne e l’ha travolto fatalmente

20/04/2021 E’ successo a San Baronto (Pistoia). L’uomo, un operaio di 51 anni residente a Seravezza (Lucca), stava viaggiando a bordo di un’autocisterna, alla cui guida c’era un collega. Quest’ultimo, secondo il racconto fatto ai carabinieri, avrebbe iniziato a perdere il controllo del mezzo in quanto i freni non avrebbero risposto ai comandi e il 51enne, temendo il peggio, ha aperto lo sportello e si è gettato in piena corsa, sbattendo la testa a terra. Nel frattempo l’uomo alla guida è riuscito a bloccare il camion facendolo strusciare lungo la parete della montagna che delimita il bordo esterno della carreggiata. I sanitari del 118, intervenuti sul posto, hanno provato a rianimare la vittima ma tutti i tentativi sono risultati vani. (ANSA).

21/04/2021 Si è calato dentro una botola seminterrata che contiene una botte di gasolio, per girare una manopola che andava regolata. Un pozzetto che scendeva di almeno un metro sottoterra, nel quale Maurizio Massa, 50enne italiano, titolare di una ditta specializzata di Grizzana Morandi è rimasto incastrato e non è più uscito vivo

 

22/04/2021 Tragedia su lavoro oggi nel Torinese dove un operaio è morto a causa di uno spaventoso incidente avvenuto tra i boschi. Il dramma si è consumato nel territorio del comune di Bibiana, nella città metropolitana di Torino, nella mattinata di giovedì quando il trattore su cui l’uomo viaggiava è precipitato giù per una scarpata intrappolandolo all’interno. Per la vittima, un uomo di 52 anni originario di Lanzo, sempre nel Torinese, non c’è stato nulla da fare. A lanciare l’allarme sono stati i colleghi dell’uomo che hanno assistito all’intera scena senza poter fare nulla.

27/04/2021 Tragico incidente sul lavoro nella mattinata di oggi, martedì 27 aprile 2021, in strada Pignere a Vinovo, al confine con Candiolo. Nel piazzale antistante la ditta Ambrogio è morto Pierluigi Saporiti di 55 anni, di Albizzate (Varese) socio e dipedente della ditta Moset di Cassano Magnago (Varese), schiacciato dalle lamiere di un container che stava demolendo con una ruspa.“

27/04/2021 Si chiamava Nikoll Prekpalaj, l’operaio di 34 anni, morto oggi pomeriggio a seguito di una caduta di 6 metri mentre stava lavorando allo smantellamento della copertura del capannone del supermercato Lidl di viale Venezia, a Udine

28/04/2021 Incidente mortale nei boschi della valle di Fiemme a Cavalese. La vittima è un operaio forestale che lavorava in un cantiere nel bosco della Magnifica Comunità.

L’uomo, 30 anni, dipendente di una ditta altoatesina, è stato travolto da un tronco.

Troppo gravi le ferite, il boscaiolo è morto sul posto.

L’incidente in Val Moena, vicino a malga Forame dove è allestito un cantiere per recuperare legname della tempesta Vaia in una zona particolarmente impervia.

Sul posto anche l’eliambulanza di Trentino emergenza e i vigili del fuoco della zona.

29/04/2021 Si chiamava Flamur Alsela e aveva appena compiuto 50 anni l’operaio morto oggi in un incidente sul lavoro alle porte di Alessandria. Di origine albanese e residente nel Bresciano, Alsela era arrivato in Italia da oltre venti anni. Giovedì mattina stava lavorando per conto della Edil Emme, azienda in appalto per la realizzazione di un nuovo maxi-polo logistico di Amazon, all’interno del Marengo Retail Park in costruzione. L’operaio, secondo i primi riscontri, ha fatto un volo di oltre 5 metri, purtroppo fatale

29/04/2021 Un operaio edile di 23 anni ha perso la vita questa mattina a Montebelluna, in provincia di Treviso, in seguito ad un incidente sul lavoro. Stando a quanto si è appreso Mattia Battistetti – questo il nome del ragazzo, dipendente di un’azienda specializzata nella fornitura e messa in posa di ponteggi – sarebbe stato travolto da un’impalcatura, crollata per cause che dovranno essere accertate

29/04/2021 In un incidente sul lavoro avvenuto questo pomeriggio sulla parte pubblica (non in uso al Siderurgico) del quarto sporgente del porto di Taranto, è morto Natalino Albano, un operaio di 49 anni dell’azienda Peyrani Sud.

L’operaio era impegnato nelle operazioni di carico su una nave di pale eoliche prodotte dall’azienda Vestas quando si sarebbe sganciata parte dell’imbracatura. L’operaio è quindi caduto sulla banchina ed è deceduto a causa del violento impatto.

03/05/2021 Luana D’orario, operaia di 22 anni, e’ morta sul lavoro, per essere rimasta incastrata in un orditoio, in una fabbrica tessile a Montemurlo, provincia di Prato

05/05/2021 E’ morto l’operaio di 49 anni rimasto schiacciato da un’enorme fresa industriale, all’interno di una fabbrica di Busto Arsizio, in via del Roccolo 4, questa mattina. Per l’uomo, che si chiamava Cristian Martinelli, trasportato d’urgenza in ospedale a Legnano in gravi condizioni, i medici non hanno potuto fare nulla.

05/05/02021 A causa del ribaltamento di un trattore, in un terreno di contrada Lame di Irsina (Matera), un agricoltore di 55 anni è morto nel pomeriggio. Nell’incidente – secondo quanto si è appreso – è rimasto ferito un altro uomo, trasportato dal 118 “Basilicata soccorso” in eliambulanza all’ospedale San Carlo di Potenza. Sul posto sono intervenuti anche i Carabinieri e i Vigili del Fuoco.

La vittima si chiamava Antonio Leone. Secondo la prima ricostruzione, l’agricoltore era al lavoro in un terreno di sua proprietà, quando – per cause in fase di accertamento da parte dei Carabinieri – è stato travolto dal trattore.

05/05/2021 Un 39enne di Tarsia, Stefano Godino, ha perso la vita schiacciato dal trattore a bordo del quale stava rientrando verso casa. L’incidente si è verificato in località San Giuliano. Ancora da chiarire la dinamica del ribaltamento del mezzo agricolo. Alla drammatica sequenza degli eventi ha assistito inerme il padre che lo seguiva a poche centinaia di metri di distanza con l’auto. Sul posto sono intervenuti carabinieri, polizia municipale e i sanitari del 118 che non hanno potuto far altro che constatare il decesso. Necessario l’ausilio dei vigili del fuoco per liberare il corpo.

06/05/2021 Ancora un incidente mortale sul lavoro, questa volta in Sicilia. La vittima è un operaio di 49 anni. Il 14 aprile scorso aveva avuto un incidente nei pressi dell’azienda per la quale lavorava in Via Vanella 155 a Modica Alta (Ragusa) e oggi, dopo circa tre settimane, è deceduto. Secondo una prima ricostruzione fatta dalla Polizia Locale, l’uomo, dopo avere fatto delle consegne, aveva intenzione di sistemare alcune pedane all’interno del terreno. Per farsi spazio, aveva deciso di spostare l’attrezzo agricolo, una motozappa, mettendolo il moto. Non è riuscito però a controllarlo e ne è rimasto travolto. I primi soccorritori, accorsi alle grida strazianti dell’uomo, si erano trovati davanti uno spettacolo raccapricciante. L’uomo, in gravissime condizioni, era stato trasferito in eliambulanza al Trauma Center dell’Ospedale “Cannizzaro” di Catania. Un arto gli era stato amputato dalla motozappa nell’incidente e all’arrivo in ospedale era stata necessaria l’amputazione anche dell’altra gamba. Poi oggi il decesso in ospedale malgrado i tentativi dei medici di salvargli la vita (fonte Fanpage)

06/05/2021 Un uomo di 46 anni, Maurizio Gritti, è morto mentre era al lavoro in un cantiere a Pagazzano, nella Bassa Bergamasca. L’operaio è rimasto schiacciato da un carico e per soccorrerlo sono subito arrivate un’ambulanza e un’automedica, ma non c’è stato nulla da fare.

La vittima aveva 46 anni (tra due giorni ne avrebbe compiuti 47) e abitava a Calcinate: lascia la moglie e due figli. L’uomo è morto sul colpo, schiacciato mentre stava lavorando per posizionare una lastra di cemento armato detta in termine tecnico “bocca di lupo”. Il manufatto si sarebbe però staccato dalla gru che lo stava sollevando, colpendolo.

06/05/2021 Un operaio di 37 anni, Andrea Recchia, originario della Basilicata, ha perso la vita in una ditta di mangimi a Bogolese, frazione del comune di Sorbolo-Mezzani, in provincia di Parma.La tragedia e’ avvenuta, giovedì sera mentre il 37enne stava movimentando alcuni sacchi quando con il suo muletto ne avrebbe inavvertitamente lacerato uno.

A quel punto è stato travolto dal mangime che è fuoriuscito dal sacco investendolo senza lasciargli scampo. Sotto quel peso ha subito perso conoscenza e il suo cuore si è fermato (fonte Repubblica)

07/05/2021 Un agricoltore ha perso la vita in un incidente sul lavoro a Teodone, in val Pusteria. L’uomo, verso le ore 9, stava spostando grosse balle di fieno, quando è stato travolto da una del peso di alcune centinaia di chili.

Nonostante il tempestivo intervento della Croce bianca con il medico d’urgenza, dei vigili del fuoco e dei carabinieri, l’uomo è deceduto sul posto. (ANSA).

 

07/05/2021 Cade da una impalcatura facendo un “volo” di quasi 30 metri e muore sul colpo. E’ accaduto oggi pomeriggio, poco prima delle 15, in via Pertini a Campomarino. A perdere la vita nell’infortunio sul lavoro, un uomo di 55 anni, residente a Jesi (Ancona). Si tratta di un operaio di una ditta edile impegnata in lavori di consolidamento e sistemazione dei piloni di un viadotto, in via Pertini, a Campomarino.

Secondo un primo riscontro, l’uomo si trovava sotto la strada per effettuare la manutenzione delle fondamenta. Per cause in corso di accertamento dei militari è caduto finendo al suolo.Sul posto sono intervenuti gli operatori del 118 Molise, i Carabinieri del paese ed i Vigili del Fuoco. (ANSA).

 

07/05/2021 Sono due le persone decedute nella terribile esplosione, seguita da un rogo, che si è verificata venerdì pomeriggio a Gubbio, in provincia di Perugia. Samuel Cuffaro, di appena 19 anni, è la prima vittima trovata. In serata i vigili del fuoco hanno trovato il corpo senza vita di una seconda persona, la donna che fino ad allora veniva data per dispersa: si tratta di Elisabetta D’Innocenti, 52 anni

08/05/2021 Un operaio di 52 anni è morto dopo essere precipitato da un ponteggio a Tradate (Varese), intorno alle 11 di questa mattina. A quanto emerso l’uomo, Marco Oldrati, sarebbe scivolato dalla struttura all’interno di un cantiere del centro commerciale La Fornace, cadendo nel vuoto per circa quattro metri.

11/05/2021 Stamani un ragazzo e’ morto sul lavoro, in provincia di Ragusa.

Si chiamava Orazio Iabichino, aveva solo 21 anni.

Il giovane, che non era solo, sarebbe stato sbalzato dal trattore che stava percorrendo un tratto di strada in contrada Zappulla-Gisana, nel Modicano.Secondo le prime ricostruzioni, il giovane avrebbe perso l’equilibrio mentre era sul mezzo agricolo, sbattendo con violenza la testa.

12/05/2021 Un operaio di 34 anni infatti è morto a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto all’interno di un panificio di Guardia Lombardi. L’incidente si è verificato intorno a mezzogiorno.Secondo una prima ricostruzione dei Carabinieri della compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, il 34enne, dipendente di una ditta esterna, sarebbe stato travolto da un pesante macchinario che stava installando. Inutili i soccorsi giunti sul posto. Indagano i Carabinieri (fonte cronache della campania)

15/05/2021 Ennesimo incidente su lavoro in campagna nella giornata di oggi. E’ morto il bancario Agostino Ciaccio che era andato ad arare con il trattore parte della sua azienda agricola. L’uomo, per un ribaltamento del mezzo agricolo, è rimasto quasi schiacciato, trasportato all’ospedale “Civico” di Palermo, è deceduto nel pomeriggio. Vani sono stati i tentativi per salvarlo prima degli operatori del 118 di Cianciana e successivamente dei medici dell’ospedale palermitano dove è stato trasferito con l’elisoccorso arrivato da Caltanissetta.

Agostino Ciaccio, 62 anni, impiegato di banca prossimo alla pensione, originario di Sambuca di Sicilia, sposato a Cianciana, lascia tre figli. Oggi era andato in mattinata in contrada “Mavero”, nei pressi della SS 118, tra Cianciana e Raffadali, dove aveva l’azienda agricola di famiglia. E’ descritto in paese come un uomo mite e sempre disponibile con tutti (fonte Ripost)

17/05/2021 Sergio Persico, mulettista 53enne di Orio al Serio, è morto in un incidente sul lavoro avvenuto a Spirano, in provincia di Bergamo, verso le 12 di oggi. Stando alle prime informazioni il lavoratore sarebbe stato travolto da un camion in retromarcia nel piazzale dell’azienda, la ‘De Berg’ di via Campo Romano. L’area è stata posta sotto sequestro, così come il mezzo, di una ditta esterna, coinvolto nell’incidente. Vani i soccorsi da parte del 118.Regione Lombardia

18/05/2021 Stepan Mikalyu, 51 anni, operaio, è morto che non erano ancora le 8 e 30. Stava lavorando in un cantiere edile a Croara, in Valtrebbia, vicino a Piacenza. Mentre era impegnato nel rifare la recinzione di una Rsa, un pesante cancello di acciaio che stava montando gli è rovinato addosso. Colpito al capo l’operaio è stato soccorso dai suoi colleghi in cantiere e dal personale medico della struttura per anziani. Sul posto sono arrivati da Sant’Agata Rivergaro i soccorsi. Insieme ad un’ambulanza è arrivato anche un elicottero dell’elisoccorso. Inutile il massaggio cardiaco, secondo i primi accertamenti l’operaio sarebbe morto sul colpo.Sempre in mattinata, ma a mille chilometri di distanza, muore l’agricoltore Armando Rocco Mita,49 anni . Era alla guida di un trattore a San Mauro Forte vicino a Matera. Sembra che l’uomo fosse da solo nel campo, in località Salice, in una zona collinare coltivata. Forse per la pendenza del terreno, l’agricoltore ha perso il controllo del pesante mezzo che si è rovesciato, schiacciandolo. Quando gli altri agricoltori lo hanno trovato, era già morto, probabilmente sul colpo (fonte La Stampa)

25/05/2021 Non ce l’ha fatta Matteo Leone, il 34enne lavoratore portuale che è rimasto coinvolto in un brutto incidente al molo 10 del porto commerciale di Salerno. Matteo è stato investito da un carrello elevatore, probabilmente a causa della distrazione del conducente del mezzo che ora potrebbe essere iscritto nel registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo. Il 34enne, molto noto a Salerno sia in quanto componente delle paranze di San Matteo e Sant’Anna e tifosissimo dei granata, aveva sconfitto appena due anni fa la leucemia (fonte Il Mattino).

27/05/2021 Tragedia sul lavoro ad Orta Nova, dove un uomo è precipitato da una impalcatura ed è morto dopo un volo di circa 4 metri.

Il fatto è successo questa mattina, all’interno del cimitero di Orta Nova, dove la vittima – Stefano Zanni, operaio 60enne del paese dei Cinque Reali Siti – stava eseguendo dei lavori per in una cappella. Per lui non c’è stato nulla da fare: fatale l’impatto con il suolo. Sul posto, insieme ai sanitari del 118, i carabinieri incaricati degli accertamenti sul caso.

28/05/2021 Si chiamavano Alessandro Brigo, 50 anni e Andrea Lusini, 51 anni.Facevano gli operai.Sono morti oggi, asfissiati dai vapori tossici, a causa di una tubatura che si e’ rotta.

Lavoravano in una ditta, che lavora gli scarti della macellazione.Alessandro Brigo aveva appena compiuto 50 anni.Lascia la moglie e due figli.

Regione Lombardia

31/05/2021 Vasile Necoara, operaio di 54 anni, è morto a seguito di un incidente sul lavoro avvenuto in una fonderia a Torbole Casaglia, nel Bresciano. L’uomo, sposato con figli e residente a Castelcovati, era dipendente di una ditta esterna, con sede a Travagliato, e stava effettuando lavori di manutenzione ad alcune tubature quando è precipitato in una botola per oltre dieci metri.Regione Lombardia

01/06/2021 Marco Celant, operaio di 38 anni, di Fiume Veneto (in provincia Pordenone), è morto questa mattina in seguito alle ferite riportate in un incidente sul lavoro verificatosi in un’azienda di lavorazione di alluminio, l’Anoxidall, nella zona industriale Ponte Rosso, a San Vito al Tagliamento. L’uomo, a quanto si è appreso, stava manovrando un muletto quando la macchina operatrice si è ribaltata, schiacciandolo.Regione Friuli Venezia Giulia

02/06/2021 Di nuovo un dramma sul lavoro, di nuovo in campagna. Questa volta la vittima è rimasta schiacciata da una rotoballa, e all’arrivo dei soccorsi era già deceduta.

È successo dopo le 8 di mercoledì a Pergola, in località Fenigli. Secondo le prime informazioni disponibili, il 76enne Renzo Olivi stava sistemando alcune rotoballe nell’azienda di famiglia. Queste ultime erano accatastate l’una sull’altra, e all’improvviso una è scivolata giù cadendogli addosso.

La rotoballa ha schiacciato la gamba destra dell’uomo. Una volta sul posto i sanitari non hanno potuto far altro che constatarne il decesso.Regione Marche

03/06/2021 Si chiamava Domenico Careri e aveva 59 anni l’operaio morto stamani sulla corsia sud dell’A2 Autostrada del Mediterraneo all’altezza di Francavilla Angitola, nel Vibonese.

L’uomo, dipendente di una ditta impegnata in lavori per conto dell’Anas, stava attraversando la strada quando è stato urtato da un’auto in transito.

Secondo quanto si è appreso la vettura avrebbe colpito parzialmente la vittima che, però, in conseguenza dell’urto sarebbe caduta sull’asfalto battendo la testa.

Il conducente del veicolo si è subito fermato e ha prestato i primi soccorsi. L’uomo è deceduto ancora prima che arrivassero i sanitari giunti a bordo dell’elisoccorso.Regione Calabria (fonte Corriere della Calabria)

04/06/2021 Gerardo Lovisi, 45 anni e Gianni Messa, 58 anni, entrambi operai, sono morti sul lavoro.Entrambi sono morti dopo essere precipitati in una cisterna. Le cause della caduta sono ancora tutte da accertare. In base alle prime ricostruzioni, effettuate dai carabinieri della compagnia di Alba, gli operai stavano ripulendo una cisterna d’acciaio per la fermentazione del vino, in quel momento vuota, quando sono morti soffocati per mancanza di ossigeno (Fonte cronacaqui.it)Regione Piemonte

04/06/2021 Tragedia in provincia di Bergamo alle 7.45 alla Plastic Leffe.A perdere la vita un autotrasportatore 59enne di Carbonera, Bruno Bardi.La vittima, autotrasportatore dipendente dell’azienda Codognotto di Salgareda, secondo quanto ricostruito da vigili del fuoco e i carabinieri della stazione di Clusone intervenuti presso la ditta bergamasca, sarebbe stato travolto da un carico di 5 quintali che stava scaricando dal mezzo pesante che aveva appena parcheggiato nel cortile dell’azienda di Leffe.Regione Lombardia

04/06/2021 Un uomo è morto dilaniato dalla fresa del trattore da cui è stato sbalzato. L’incidente mortale è avvenuto nel comune di Pieve di Teco, nell’entroterra di Imperia. La dinamica del tragico incidente è ancora in corso di ricostruzione da parte dei carabinieri. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e il personale sanitario. A nulla sono serviti i soccorsi. Era stato anche allertato un elicottero. E’ Fabio Rovere, 48 anni, l’uomo travolto e ucciso dal trattore, nel pomeriggio, in frazione Nirasca di Pieve di Teco (fonte Ansa)

04/06/2021 È morto Ortenzio Bruni, l’operaio di 59 anni che lunedì scorso è rimasto coinvolto nel terribile incidente sul lavoro alla ‘Scandolara spa’. L’uomo, ricoverato da ormai 5 giorni all’ospedale Torrette di Ancona, era in condizioni gravissime. Un trauma cranico e un’emorragia celebrale: così lo avevano trovato i soccorritori dopo il tragico incidente, avvenuto in un’ala deserta dello stabilimento.

L’uomo è precipitato mentre svolgeva un lavoro di manutenzione all’interno della fabbrica, che al momento dei fatti era chiusa. Un volo di circa 3 metri e poi l’impatto con il suolo, che purtroppo gli è stato fatale. Dopo aver subìto un’operazione, le sue condizioni sono gradualmente peggiorate, tanto da condurlo alla morte nella tarda mattinata odierna (fonte Il Resto del Carlino)

04/06/2021 Non ce l’ha fatta Antonio Laterza, operaio di 46 anni di Francavilla in Sinni, in provincia di Potenza, morto nel reparto di rianimazione dell’ospedale San Carlo di Potenza, dove era ricoverato dal 31 maggio dopo un infortunio sul lavoro. Quel giorno, per cause in corso di accertamento, l’uomo è caduto mentre lavorava in un cantiere a Chiaromonte. Nonostante i tentativi dei medici e le cure ospedaliere, l’operaio è morto nella giornata di oggi (fonte Adnkronos)

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina