Condividi
Foto di Shutterstock

Sono tante le persone che, dopo essere state sull’orlo della morte, affermano di aver visto passare tutta la loro vita davanti agli occhi. Una frase poetica che, del resto, potrebbe essere vera.

Questo è ciò che ha scoperto il team guidato da Raúl Vicente, un ricercatore spagnolo che lavora all’Università di Tartu in Estonia. Hanno sottoposto un paziente di 87 anni a un elettroencefalogramma (rileva l’attività elettrica del cervello). E hanno rilevato, per la prima volta nella storia, l’attività del cervello umano al momento della morte.

Una scoperta, che secondo il ricercatore, “è stata del tutto casuale. Voglio dire, era qualcosa che non era né un esperimento né qualcosa di pianificato”. Secondo quanto raccontato dal neuroscienziato, il paziente è arrivato in ospedale a causa di un “trauma causato da una caduta ”. Successivamente sono stati effettuati i relativi esami e si è scoperto che aveva un “ematoma subdurale”, ovvero un accumulo di sangue nel cranio e una delle membrane che ricoprono il cervello.

Una volta diagnosticato, è stata avviata una procedura per cercare di “assorbire quell’ematoma”. L’ operazione ha avuto successo e il paziente ha iniziato a riprendersi. Ma, il terzo giorno, le sue condizioni sono peggiorate e si è verificato un “episodio convulsivo”.

Questo è ciò che ha portato il team a fare un elettroencefalogramma ed è stato questo test che ha permesso di rilevare l’attività del cervello umano al momento della morte. Una scoperta che Raúl Vicente ha descritto così: “ Quello che abbiamo visto è qualcosa di piuttosto insolito. Ci si aspetterebbe che l’attività cerebrale diminuisca gradualmente, ma quello che abbiamo visto è che c’è un tipo di onda, le onde gamma, che si scopre che invece di diventare gradualmente silenziose,  sono diventate più potenti, più intense ”.

Alla fine, quello che si è scoperto è che il cervello, al momento della morte, in particolare queste onde gamma, si comportano in un modo “simile a quando il cervello sogna”, dimostrando così che l’affermazione secondo cui le persone vedono la propria vita passare davanti ai loro occhi prima di morire potrebbe essere del tutto vera.

image_pdfScarica la pagina in PDFimage_printStampa la pagina